Politiche sociali

  • Incentivare e favorire l’accoglienza degli anziani nei propri domicili, mantenendo le strutture di ricovero e assistenza solo per i casi più gravi.
  • Favorire la riconciliazione tra famiglia e lavoro promuovendo, in affiancamento alle strutture tradizionali già esistenti, la realizzazione di un progetto “tagesmutter” (asilo famiglia) organizzato in forma di cooperativa sociale.
  • Riprendere alcuni recenti studi della Regione in merito alla parità di genere per studiare politiche a favore delle donne, in particolari madri e/o lavoratrici.
  • Promuovere la solidarietà con progetti integrati tra associazioni assistenziali (es. Caritas) e gli esercizi commerciali alimentari per sostenere le famiglie a basso e bassissimo reddito, a prescindere dalla cittadinanza.
AREA SERVIZI SOCIALI E LAVORO
  • Gran parte delle attività di questo settore sono state trasferite all’ambito socio-assistenziale Nord con sede a Maniago. Monitoraggio costante delle attività e della realizzazione dei Piani di zona; rivisitazione del servizio “Pronto mi porta”, favorendo la collaborazione con le Associazioni di volontariato locale (es. AUSER), con cui il Comune già svolge un’azione con l’accompagnamento anziani e medicinali a domicilio. La riduzione delle risorse impone di impiegare in maniera più puntuale i fondi di questo servizio per accompagnamenti mirati e a persone veramente bisognose avallate dai servizi sociali. Il principio è che chi ha veramente bisogno va aiutato.
  • Sviluppo fino ad esaurimento fondi a disposizione di borse lavoro, lavori socialmente utili, cantieri di lavoro e tutte le altre forme di lavoro da poter mettere in campo in questo momento di forte crisi occupazionale.
ASSOCIAZIONISMO
  • Vista la difficoltà economica di questi tempi, si potrà sostenere solo progettualità di alto profilo che vedano più soggetti coinvolti e che diano ricadute turistiche alla città a beneficio anche degli esercizi commerciali. Nei limiti del possibile si sosterranno le iniziative “storiche” della Città, dove, però anche in questo caso ci si aspetta un graduale rinnovamento e delle nuove proposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *