Assemblea Programmatica

L’Assemblea programmatica di Forza Italia di Spilimbergo ha tenuto a battesimo i candidati al Senato plurinominale Franco Dal Mas e Guglielmina Cucci, alla prima uscita ufficiale nella nostra Regione. Serata moderata dal gen. Nino Ceconi e guidata dal coordinatore locale Andrea Pettovel. Una bella presentazione in chiave politico-amministrativa del Vice Sindaco reggente avv. Enrico Sarcinelli, che ha ben ricordato i suoi valori liberali e ripercorso con grande lucidità alcune tappe amministrative degli ultimi dieci anni.
Pettovel ha poi evidenziato tutte le tappe della politica amministrativa portata avanti sino ad ora dove i conti sono perfettamente in ordine e con buone prospettive di crescita anche se la crisi non è ancora superata.

Molto attese le parole di Renzo Francesconi, ormai ex-sindaco e candidato consigliere regionale, nonché coordinatore provinciale; intervento incentrato sulla rinnovata capacità di Forza Italia con gli uomini e le donne che ci sono e stanno crescendo sempre di più, un movimento che può fare nel territorio buoni risultati e soprattutto essere sempre in mezzo alla gente, ascoltarla, dare delle chiavi di lettura e delle soluzioni ai problemi comuni. Per fare questo ci vuole gente motivata, preparata e con la giusta esperienza sulle spalle per guidare le varie comunità nel nostro territorio.Il rapporto con gli alleati è buono e come tale va ribadito che le alleanze che funzionano debbono continuare e svilupparsi sempre di più sul territorio. A questo va aggiunto che la giusta competizione ci deve sempre essere, ma alla fine deve prevalere il buon senso; non solo, vanno riconosciute le figure che hanno guidato delle comunità per due mandati consecutivi, le cui esperienze maturate non vanno disperse ma valorizzate.

Guglielmina Cucci ha ribadito che Forza Italia si sta distinguendo per capacità e impegno e per questo motivo bisogna continuare a far crescere persone che vogliono impegnarsi per valorizzare la cosa pubblica.

Franco Dal Mas con il suo intervento conclusivo ha evidenziato in primis la volontà di rispettare le decisioni dei territori per quanto riguarda le scelte amministrative. Si è soffermato poi sul fallimento delle riforme regionali e ha criticato la scelta dell’attuale governatrice a non ricandidarsi per la Presidenza come avrebbe dovuto fare visto che ritiene di aver fatto bene il proprio lavoro. Si è soffermato sulla fondatezza della relazione della Corte dei Conti sulla Sanità e sulla riduzione del 10% sugli investimenti della stessa. Fortemente critico sull’eliminazione della Provincia di Pordenone e sulle UTI che non hanno risolto nulla, hanno solo impoverito il territorio. Anche la legge Rilancimpresa non ha dato alcun tipo di rilancio degli investimenti sul territorio e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Sulla politica estera si è soffermato sulla grave crisi del Mediterraneo e sui governanti europei che l’hanno generata nel 2011. Bene sulla Flat Tax e quindi sulla forte riduzione del carico fiscale dove vale il principio che quando tutti pagano meno tutti pagano le tasse e gli esempi nel mondo ci sono, con eccellenti risultati. Una sburocratizzazione nel sistema di apertura di un’attività con i giusti controlli che le istituzioni preposte faranno solo successivamente alla stessa apertura.
Ha evidenziato la necessità di una mobilitazione generale dell’elettorato moderato a votare per Forza Italia per garantire non solo la governabilità ma anche la volontà di costruire un percorso di valori liberali ormai è imprescindibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *